13/06/09

LUIGI GUERRICCHIO

Luigi Guerricchio è nato a Matera nel 1932, morto a Matera nel 1996.

Compiuti gli studi classici, si iscrive alla facoltà di scienze politiche di Firenzeove è attratto dall'ambiente così stimolante per i suoi interessi artistici verso i quali orienta definitivamente ogni sua attività.

Lasciati gli studi universitari, frequenta la scuola del nudo presso l'accademia belle arti di Napoli. Partecipa attivamente alla vita artistica napoletana di quegli anni, aderendo al "movimento dei giovani realisti napoletani". A quel periodo risale l'incontro a Portici con Rocco Scotellaro, che tanto inciderà nella sua formazione ideologica e nella caratterizzazione della sua figura di artista.

Compie alcuni viaggi all'estero, raggiunge a Salisburgo Manzù e Kokoschka presso i quali rimane per qualche tempo a dipingere e scolpire.

Nel 1956 si trasferisce a Milano dove vive il periodo più intenso e più importante per la sua formazione di pittore, frequentando l'accademia di Brera e gli studi dei più validi artisti milanesi.

In questi stessi anni ottiene riconoscimenti al premio Michetti , al Suzzara, al maggio di Bari, ad Albissola e gli viene attribuito il Premio Presidente della Repubbica a Pontedera.

Ha fatto anche parte del gruppo di "Corrente" a Milano e successivamente ha partecipato a varie mostre. Dal 1960 al 1972 si annoverano VIII, IX e X quadriennale di Roma, biennale dell'incisione a Venezia, premio Biella per l'incisione, intergrafik '65 a Berlino, premio Ramazzotti a Milano, premio del Fiorino a Firenze, rassegne della pittura italiana in Austria, Germania ,Tunisia, Australia, Sud America, Cina. Mostra internazionale di arte impegnata " da Goya ad oggi" a Vienna, Linz e Salisburgo, Arte d'oggi dalla galleria Penelope a Bratislava, Cronaca di una mostra a Brescia e Torino.

Gli è stato assegnato il premio nazionale per l'incisione a San Giovanni Valdarno, il premio nazionale di pittura Posillipo di Napoli, ex aequo il premio Targa Florio a Palermo, il premio paladino d'oro di Palermo, il premio "michaud al Fiorino del 1971. Alla biennale dell'incisione di Venezia del 1968 gli è stato assegnato un premio per la xilografia. Fu pure premiato per la litografia alla biennale del 1964. La galleria "Venezia viva"ha allestito nel 1972, una mostra antologica della sua opera grafica.

Ha illustrato con varie opere grafiche numerose pubblicazioni di importanti scrittori e saggisti.

Si è spento a Matera, sua città natale, proprio durante l'inaugurazione di una sua mostra.